RICERCA - OTTENERE I VETERANI PER PARLARE

  1. Tutti gli allegati degli argomenti: -
array (1) {["topic_id"] => string (5) "13677"}
Visualizza i messaggi 5 - 1 attraverso 5 (di 5 totale)
  • Autore
    Messaggi
  • #13677

    RICERCA VETERANI
    Quando ho completato la mia tesi di dottorato in 2007, sono stato in grado di scrivere che, mentre c'erano ricerche approfondite sulla situazione dei veterani statunitensi, fino a quel momento era stato pubblicato pochissimo lavoro sulle vite e le storie dei veterani delle forze armate britanniche. Dal momento che 2007 ha registrato un notevole aumento nella ricerca dei veterani delle forze armate britanniche, come dimostra il numero crescente di articoli che appaiono su questo hub. Come ricercatore, e fino a poco tempo fa un tutor che guidava il lavoro degli studenti di MSc con un interesse di ricerca in questioni militari, mi è stato chiesto spesso idee su come far parlare i veterani - per aprire e raccontare le loro storie. Questo breve blog è un approccio che ho raccomandato.

    Fare parlare i veterani
    I veterani amano semplicemente oscillare la lanterna; raccontare e raccontare le loro storie di guerra. I veterani amano anche raccontare storie di exploit in tempo di pace divertenti, felici o tristi a bordo di una nave, in una caserma o in una base aerea. Questa reminiscenza può essere facile e generalmente i partecipanti hanno bisogno di poco incoraggiamento, soprattutto se tutti i soggetti coinvolti sono essi stessi veterani. Tuttavia, molti veterani dicono più e più volte che nelle loro conversazioni sulla vita di servizio, ciò di cui discutono: "i civili semplicemente non capirebbero". Naturalmente, questa mancanza di comprensione può essere dovuta, in una certa misura, all'uso dei militari gergo, gergo, e le abbreviazioni che fanno tutti parte del linguaggio quotidiano dei militari.

    Capire la lingua
    Come veterano dell'esercito, ho trovato facile stabilire un rapporto con i veterani che sono stati i miei partecipanti alla ricerca. Rivelare che ho servito ha contribuito ad aprire la porta a comunicazioni molto più semplici e sia io che i veterani con cui parlo sanno che ci capiamo. Ovviamente ci sono sempre dei dubbi; alcuni che non sono del tutto convinti delle mie credenziali e di altri che, forse, sono sospettosi delle motivazioni dei ricercatori accademici in generale! In una recente ricerca, ho chiesto a un veterano se fosse mai stato in una situazione di combattimento. La sua risposta: "Bene se conti Op Banner siamo stati in contatto più volte." È stato accompagnato da uno sguardo interrogativo per verificare se ho capito che Op Banner si riferiva a un periodo di attività militare in Irlanda del Nord e che essere "in contatto" significava che lui e i suoi compagni erano stati licenziati.

    Capire il significato
    Certo, c'è il pericolo con qualsiasi ricerca, specialmente la ricerca qualitativa che si basa sulle parole e sul loro significato, su cui io, come ex soldato, potrei forse dare un significato diverso. Oppure, potrei perdere le risposte più sfumate che potrebbero essere rilevate da un non-veterano. Tuttavia, discuto dal mio punto riguardante la possibilità di ottenere i veterani come partecipanti alla ricerca di impegnarsi più facilmente con i ricercatori.

    Usando le fotografie
    Preparando interviste faccia a faccia, stabilendo i compiti amministrativi richiesti come "quando, dove e per cosa" e stabilendo, come appropriato, un "processo di consenso informato", chiedo anche ai partecipanti di cercare e portare con loro (o avere per mano se li sto visitando) una selezione di fotografie relative al loro servizio militare. Incoraggiare i partecipanti alla ricerca a portare fotografie alle sessioni di interviste, come aiuto visivo, aiuta enormemente a farle "aprire" più facilmente.

    L'effetto Aiuti visivi
    Oltre a fornire al partecipante la propria memoria per la cronologia pittorica, può anche essere interessante osservare quale tipo di fotografie il veterano ha conservato e selezionato per portare alla sessione. I veterani che ho intervistato usando questo metodo spesso hanno diverse fotografie di "gruppo" e si dilettano nel sottolineare il loro io più giovane, dove è stata scattata la fotografia e che il gruppo era su un campo o in qualche luogo remoto o che rappresenta la loro unità in uno sport particolare. Le fotografie possono anche includere attrezzature e armi, luoghi fortificati, colpi a lunga distanza del "nemico" e, purtroppo, a volte fotografie di amici uccisi in azione. Questo approccio ovviamente non è diverso da quando gli album fotografici vengono portati fuori in un'occasione di famiglia e i ricordi sono jogged e storie raccontate. La differenza, nel contesto del processo di ricerca, è che il veterano è in grado di preparare, in piccolo, per la sessione di intervista e questo può aiutare a ridurre la possibilità di stress che alcuni intervistati possono sperimentare

    Farli smettere!
    La mia esperienza di questo approccio all'intervista, noto come foto-elicitazione, insieme all'uso attento di un seminario di aiuto-memoriale semi-strutturato di argomenti (in contrapposizione a un elenco di domande dirette) è che aiuta davvero ad ottenere il fatto- trovare la conversazione che scorre. In realtà, con alcuni partecipanti, tale è il loro interesse nello spiegare le loro fotografie e nel reminiscing è una buona idea estendere di molto il tempo che si potrebbe prendere in considerazione per le sessioni faccia a faccia.

    Sensibilità
    Come sempre, come ricercatori, ci sforziamo di non nuocere. Usare le fotografie di un veterano può essere molto utile per avviare una conversazione e creare un flusso di dati utili. È tuttavia possibile suscitare forti emozioni di episodi passati e tristi e traumatici, ed è essenziale che il ricercatore anticipi questa possibilità e, con simpatia e cura, diriga la conversazione verso un'area o un argomento diverso.

    La teoria
    Un aspetto chiave di questo approccio non è lo studio del contenuto di ciascuna fotografia, ma piuttosto il modo in cui i partecipanti utilizzano il contenuto per attribuire un significato personale. La ricerca suggerisce che le immagini fotografiche dell'informazione generano, forniscono intuizioni che potrebbero non essere rivelate attraverso la ricerca verbale. C'è una considerevole letteratura sulla fotografia di elicitazione e ho incluso una piccola selezione qui sotto.

    lettura consigliata
    Banche M. (2001) Metodi visivi nella ricerca sociale. Londra, Saggio.
    Collier J. (1957) Fotografia in antropologia: una relazione su due esperimenti. Antropologo americano, 59, p. 843-859.
    Collier J., Collier M. (1986) Antropologia visiva: la fotografia come metodo di ricerca (rivisto e ampliato). Albuquerque, Università di NewMexico Press.
    Harper D. (1984) Significato e lavoro: uno studio sulla foto-elicitazione. Giornale internazionale di fotografia visiva, 2, p. 20-43.
    Wagner J. (1979) Immagini di informazione. Pubblicazioni Sage, Beverly Hills / Londra.

    #13679

    Grazie per questo, Jim, molto perspicace ...

    Ho intenzione di ripubblicare questo post come un blog Hub / promuovere su Twitter ecc. E collegarlo a questo post sul forum, per indirizzare più persone qui a leggere ciò che hai da dire su questo - una questione che penso interesserà molti ricercatori !

    Gli altri hanno pensieri su questo? In che modo gli altri hanno costruito un rapporto con i veterani che hanno intervistato, o come pensi di farlo? Qualcun altro ha cercato di usare l'elicitazione fotografica?

    Grazie,

    Kristina

    #13767

    Ottimo post Jim, e sono sicuro che sarà utile a un vasto pubblico

    #13936

    Per inciso, faccio parte dell'iniziativa "Siamo stati là" del Museo della guerra imperiale, dove i veterani di tutte le età raccontano le loro esperienze a scuole e famiglie in uno dei siti dell'IWM. è un ottimo modo per informare e intrattenere coloro che altrimenti non avrebbero alcun senso della realtà del servizio militare. Felice di mettere chiunque in contatto con gli organizzatori.

    #13990

    Ciao Alex,
    Per evitare un ritorno nullo - Le tue informazioni sui colloqui di IWM hanno notato. Sembra interessante e lo trasmetterò.

Visualizza i messaggi 5 - 1 attraverso 5 (di 5 totale)

Devi essere loggato per rispondere a questo argomento.